Gustare un ottimo caffè non è cosa di poco conto; il caffè è l’essenza stessa del piacere e l’espresso ne rappresenta la sua forma più evoluta: breve, intenso, dal gusto persistente e capace di metterci di buon umore. Vale la pena quindi gustarselo con ogni accortezza e nel modo giusto, utilizzando tutti i sensi a nostra disposizione, lasciandoci accarezzare da un momento di vero relax.

Il primo dei nostri sensi ad essere sollecitato è sicuramente l’olfatto, l’odore di un ottimo espresso, come quello preparato con le nostre macchine per cialde e capsule è rotondo, senza spigolature. Al suo interno potrete già iniziare a distinguere i sentori più forti della vostra miscela preferita; ma attenzione se avvertite un odore di bruciato preparate il palato ad uno spiacevole incontro.
A seguire interviene la vista e qui non ci si può sbagliare il colore dell’espresso fatto a regola d’arte è un marroncino bruno, per dirlo con le celebri parole di Eduardo De Filippo in “Questi Fantasmi” il colore deve essere a manto di monaco.

il colore A manto di monaco Color manto di monaco

Dopo averne apprezzato colore ed odore è il turno della consistenza, un ottimo espresso forma in cima una sorta di crema che potreste spostare con un cucchiaino tanto è densa, il grado di consistenza ideale è quello in cui versandoci sopra lo zucchero semolato esso tenda a rimanere un po’ in superficie inizialmente e solo dopo un po’ adagiarsi sul fondo della tazzina. Il nostro consiglio però è quello di gustare il caffè nella sua forma più pura e quindi senza aggiunte di alcun tipo. La persistenza del sapore che ne deriva vi darà grande soddisfazione.

Anche il tatto è importante nell’apprezzamento di un grande espresso, e qui intervengono diverse decisioni da prendere: una su tutte ceramica o vetro? Sicuramente il vetro trasmette in modo più netto le sensazioni tattili formando una barriera minima tra noi ed il nostro espresso ma i cultori della ceramica ne decantano la sua capacità di avvolgere in maniera più corposa le labbra e di addolcire quindi la degustazione del caffè. Al di là delle vostre preferenze una cosa che siamo certi di potervi suggerire è quella di gustare il vostro espresso in modo lento, indagando ogni sua estensione organolettica.

Se avete scelto una delle nostre miscele forti sicuramente noterete un caffè molto deciso, dal gusto forte e compatto, se siete invece amanti della varietà olfattiva e organolettica non potete evitare di provare la nostra miscela arabica che vi porterà in un fiume di sentori e sapori orientali.

E voi come preferite gustare il vostro espresso?