3 miti da sfatare sul caffè

Di notizie false nel web ne girano parecchie, molte purtroppo anche in merito al caffè… abbiamo deciso quindi di mettere a confronto i fatti con i miti riguardanti il caffè. Il risultato è incredibile.

MITO 1 | Il caffè causa malattie cardiovascolari ed ictus.

Si è spesso affermato che la caffeina può aumentare la pressione sanguigna. Questo è vero, ma l’effetto è di piccole dimensioni (3-4 mm/ Hg) e di solito va via se si beve il caffè regolarmente ( nota1 , nota2 ). Tuttavia, l’effetto può persistere in alcune persone, in modo da tenere a mente se avete la pressione sanguigna elevata ( nota3 , nota4 ).

Detto questo, gli studi non supportano il mito che il caffè aumenta il rischio di malattie cardiache ( nota5 , nota6 ).
In realtà, ci sono alcune prove che le donne che bevono caffè hanno un ridotto rischio di malattie del cuore ( nota6 ).
Alcuni studi mostrano anche che i bevitori di caffè hanno un rischio inferiore del 20% di ictus ( nota7 , nota8 ).

RICORDA: Il caffè può causare lievi aumenti della pressione sanguigna, che di solito diminuiscono nel tempo. Nei bevitori di caffè non vi è aumento del rischio di malattie cardiache, anzi vi è un rischio leggermente più basso di ictus.

Dottoressa Bere Caffè

Mito 2 | Bere caffè fa vivere di meno.

Dato che i bevitori di caffè hanno meno probabilità di ottenere molte malattie, ha già senso dire che il caffè potrebbe aiutare a vivere più a lungo .
Ci sono in realtà diversi studi osservazionali che addirittura dimostrano che i bevitori di caffè hanno un minor rischio di morte.
In due grandi studi, bere il caffè è stato associato ad un rischio inferiore del 20% di morte negli uomini e un rischio inferiore del 26% di morte nelle donne, per un periodo di 18-24 anni ( nota9 ).

Questo effetto sembra essere particolarmente forte in diabetici di tipo II. In uno studio, i diabetici che hanno bevuto il caffè avevano un rischio inferiore del 30% di morte durante un periodo di studio 20 anni ( nota10 ).

RICORDA: Diversi studi dimostrano che bevitori di caffè vivono più a lungo e hanno un minor rischio di morte prematura rispetto a chi non beve caffè. 

caffè

Mito 3 | Il caffè è una bevanda senza particolari proprietà organolettiche

In realtà il caffè è la più ricca fonte di antiossidanti nella dieta occidentale. Per le persone che seguono una dieta “occidentale standard” il caffè può effettivamente essere l’aspetto più sano della dieta; questo perché il caffè contiene una massiccia quantità di antiossidanti.
Il nostro corpo è sotto costante attacco da parte dei cosiddetti radicali liberi, che possono danneggiare importanti molecole come proteine e DNA.

Gli antiossidanti possono efficacemente disarmare i radicali liberi, proteggendo così dall’invecchiamento e da molte malattie parzialmente causate dallo stress ossidativo, incluso il cancro.

Il caffè è particolarmente ricco di diversi potenti antiossidanti, inclusi acidi idrocinnamici e polifenoli (nota10, nota11, nota12).

Gli acidi idrocinnamici sono molto efficaci nel neutralizzare i radicali liberi e prevenire lo stress ossidativo, inoltre, i polifenoli nel caffè possono prevenire una serie di condizioni, come malattie cardiache, cancro e diabete di tipo 2

RICORDA: Il caffè è una delle bevande più sane del pianeta.

Tazza di caffè